Calendario Arte Fotografica

con impressione di Torino,

Capitale del Piemonte,  

per l’anno di 2018

(+ Gennaio 2019)

 

“TORINO, QUANTO SEI BELLA!

IL TUO REGNO È UN CRISTALLO POLIEDRICO, CHE DIRIGE LA LUCE, E LA SERA DIVENTI STELLA.”

Dimensione: DIN A3,

14 pagine del calendario + frontespizio

Stampa offset di alta qualità con laminazione folio brillante

Carta stabile di 250g

Prezzo:

36,- Euro

(incl. IVA) + porto

Vi prego di contattarmi direttamente nel caso di ordine o se avete bisogno di ulteriori informazioni.

“TORINO, QUANTO SEI BELLA – IL TUO REGNO È UN CRISTALLO POLIEDRICO, CHE DIRIGE LA LUCE, E LA SERA DIVENTI STELLA.

Gennaio 2018: Vista di sopra i tetti della città – Piazza Castello

Sopra i tetti della città. Respiri di cielo mi accompagnano. La libertà mi abbraccia. E’ lì che si trovano ali per volare, radici per tornare e motivi per rimanere.


Febbraio 2018: Giardino della Villa della Regina

I ricordi danzano nel giardino sulle ali del tempo, un dolcissimo vibrato della luce bacia il prato con poesia.


Marzo 2018: Piazza Carignano

Ogni alba porta con sé il suo istante d’immensità, lo posa sul palcoscenico del nuovo giorno e se ne va – con un sorriso colmo di speranza – con un respiro dolce – che sento sulle mie labbra.


Aprile 2018: Fontana dei dodici mese – Fountain of the twelve months

Acqua corrente della fonte di vita. Ho sete di te – sempre. Mai avevo sentito così forte e bella la voce e il significato dell’acqua che scorre.


Maggio 2018: Gran Madre di Dio

Gran Madre – Circondata da tracce di luce come il girotondo delle lucciole in una notte buia d’estate.


Giugno 2018: Palazzo Barolo

Un meraviglioso incontro di luce e ombra nei frammenti di specchi. Le fantasie si alzano in alto… mentre la realtà tocca il pavimento… I muri raccontano dell‘essenza della vita, dell’entusiasmo in una carezza, ma bisogna essere pazienti e lasciargli il tempo di parlare.

Giugno 2018: Piazza San Carlo

Piazza San Carlo: il grande salotto di Torino. Sotto un cielo d’incanto – cristalli di luce in un bacio di seta.


Luglio 2018: Venaria Reale

La luce riempie la sala e si allunga fluente sul pavimento. Scivola attorno le colonne per abbracciare i deliziosi dettagli. Si allunga verso il cielo, bacia i fiori del soffitto con amore. Vibra e risplende in veneranti riflessi fino al giardino… per diventare uno…


Agosto 2018: Lungo Po

Deliziosa atmosfera di Lungo Po. L’aria trattiene il suo fiato, mentre tutto è immerso di luce liquida. Scioglimento di baci, sospesi sull’onda del fiume.


Settembre 2018: Mole Antonelliana

In vertiginosa altezza, la tua stella onnipresente scintilla. Ride nel bacio del sole, balla sotto la pioggia e si riposa fra le braccia della luna.


Ottobre 2018: Teatro Regio

Teatro Regio (Carlo Mollino): La materia, le curve, i movimenti emergono da dietro le quinte come creature viventi – spettacoli teatrali oscillanti nello spazio – in una coreografia poetica in cui tutto è permesso finché l’immaginazione viene salvata.


Novembre 2018: Basilica di Superga

Un giorno di nebbia non è per caso. È per sentire nel silenzio con il cuore ciò che l’occhio non vede.


Dicembre 2018: Palazzo Carignano

La natura riunisce i frammenti isolati in un‘unità armoniosa e ci permette di comprendere il tutto insieme ai dettagli … I colori si mescolano per seguire le emozioni. I contorni viaggiano attraverso, per accarezzare i dettagli. Il silenzio incandescente della luce li riunisce in un gioioso equilibrio.


Gennaio 2019: Conservatorio di Musica Giuseppe Verdi – Sala di concerti

La musica è una poesia dei suoni in divenire. Ascoltandola entriamo in uno spazio immaginario, un rifugio di pace e armonia – per trovare noi stessi.